#WithRefugees

#WithRefugees


#WithRefugees. Questo è il motto della campagna lanciata dall’UNHCR per la giornata mondiale del rifugiato (20 Giugno). Istituita nel 2001 in occasione del Cinquantenario della Convenzione di Ginevra del 1951, ha lo scopo di riaffermare i principi della Convenzione ed rafforzare le attività dell’alto commissariato per i rifugiati.

Il tema della campagna di quest’anno è #WithRefugees, perché oggi più che negli anni passati è necessario rimarcare la nostra vicinanza ai rifugiati. Oggi, i migranti sono diventati il bersaglio facile di politici scellerati che non hanno nulla a cuore se non il proprio tornaconto personale, il loro successo mediatico. Così facendo hanno alimentato un clima gretto di odio che spinge le persone a vedere i migrati e tra essi anche i rifugiati come nemici del popolo, come invasori.

Bisogna fermare questa barbarie e aiutare uomini, donne e bambini che lasciano tutto dietro di loro, tranne le loro speranze e i loro sogni. Bisogna aiutarli e rispondere al grido di aiuto che quotidianamente si manifesta nelle traversate disperate che essi compiono, pur di coltivare liberamente i loro sogni, pur di vivere in un posto sicuro lontano dalla fame e dalla guerra.

Per chi non avesse contezza di ciò che significa perdere la vita in mare, riproponiamo il Il video racconto dell’Espresso del tragico naufragio in Mar Mediterraneo di circa 300 Siriani che fuggivano dalla guerra. L’11 Ottobre 2013, solo pochi giorni prima che il Governo Letta desse vita all’operazione Mare Nostrum, il rimpallo di responsabilità tra autorità maltesi e guardia costiera Italiana, provocò la morte di circa 260 persone, tra cui 60 bambini. Migranti, rifugiati che fuggivano dalla guerra. Salvarli era ed è un nostro obbligo. Con l’operazione Mare Nostrum segnammo l’inizio di ciò che fu poi l’operazione Frontex Europea, Europa che si dimostrò colpevolmente in ritardo. Aver dato vita a un progetto di salvataggio di migranti non ci ha reso deboli o stupidi di fronte agli altri paesi europei, ci ha reso l’unico presidio di civiltà. Siamone orgogliosi ed ogni giorno, a scuola, all’università, nei bar, a lavoro, ribaltiamo la logica dominante di odio e paura nei confronti del diverso.

Siamo tutti uguali, senza distinzione di razza, sesso o religione.

#RestiamoUmani #WithRefugees

Firma anche tu la petizione per sostenere gli sforzi dell’UNHCR e spingere i governi a una maggior collaborazione.